Draw The Line 2017 – I palazzi di Campobasso tornano a tingersi di Blu

Draw The Line 2017 - Campobasso (Molise)

Campobasso, Molise: ha da poco preso il via la 5° edizione del Draw The Line, Street Art Festival punto di riferimento nel panorama nazionale.

La grande sorpresa è la presenza di Blu: torna per la quarta volta nel Capoluogo molisano per dipingere un’intera parete. La misura è 25 x 10 metri ed il titolo è tutto fuorché ermetico: La Cuccagna.

Se dopo aver visto la foto sopra, avessi ancora dei dubbi in merito al suo possibile significato, prova a guardare l’intera opera, dall’alto scendendo verso il basso. I tuoi dubbi spariranno. Ad ogni modo, una visita in Via Liguria dovresti farla di persona: proprio lì si trova uno dei lavori più dettagliati dell’artista, dalle linee e dai concetti pieni e fitti, con particolari da brivido.

Si tratta di un regalo immenso fatto alla città di Campobasso e agli abitanti del quartiere San Giovanni, area della città che il festival sta riqualificando, anno dopo anno, proprio grazie al lavoro degli artisti che ne prendono parte. 

Campobasso, Molise, 2017
Blu – Draw The Line 2017

Avanzamenti in contemporanea anche in Via Novelli, dove segna la storia una delle prime grosse superfici murarie autorizzate in città, il muro di contenimento esterno alla stazione. Qui Etnik torna, anche lui con criticità, ma a suo modo. Tre scene: due grandi agglomerati di lettere, cubi ed elementi urbani, dove le insegne parlano di soldi e potere, ma nell’ultimo episodio gli elementi naturali, magici e sognanti, prendono il posto degli spigoli aguzzi del mondo pubblicitario, mettendo il punto alla frase “Money control your dreams”.

Campobasso, Molise, 2017
Etnik – Draw The Line 2017

Il festival è appena iniziato, quindi non ti resta che seguire la pagina Facebook ufficiale per restare aggiornato.

Se invece vuoi conoscere un po’ di storia sulle origini del festival, eccotene un sunto.

Draw The Line in tre righe (e mezzo):

è un progetto nato a Campobasso nel 2011, grazie all’impegno e alla passione dell’Associazione Malatesta, collettivo di ragazzi il cui obiettivo è riqualificare e promuovere il territorio attraverso attività a sfondo sociale e didattico. Tra queste, c’è appunto Draw The Line, per dare nuova vita e colore al tessuto urbano della città, utilizzando la Street Art.

Le fasi principali:

1999

Se nel 2011 è ufficialmente nato Draw The Line, il 1999 rappresenta il vero anno zero della manifestazione: un gruppo di amici, quello che in seguito sarebbe diventato Associazione Malatesta, riesce a ottenere il permesso per dipingere il grande muro dell’ex-stadio Romagnoli (luogo storico di Campobasso, in pieno centro, ma ormai in totale abbandono).

2004

E’ in quest’anno che nasce l’Associazione Malatesta, questo perché i ragazzi vogliono dare una forma più strutturata al loro progetto. Da allora, l’associazione è attiva nella riqualificazione e promozione del territorio, svolgendo attività di tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente, di volontariato, sportive, culturali, didattiche e ricreative.

2011

E’ l’anno della svolta: l’Associazione Malatesta si aggiudica il bando “Giovani Energie in Comune” promosso dal Ministero della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Questo ha permesso ai ragazzi di ospitare a Campobasso 80 artisti italiani ed europei, mettendo loro a disposizione tutto il materiale necessario: colori, bombolette, scale, elevatori,ecc…)

Draw The Line è alla sua prima edizione e si concentra sul riempimento dei grossi muri orizzontali che cingono il Capoluogo molisano. Tra gli artisti presenti figurano: Blu, Roa, Hitnes, Pin, Dado, Etnik, Pixel Pancho, Ericailcane, Zed1, Joys, Sera, Reser, Made, Truly Design, Blef, Sten & Lex, Knz.

Campobasso, Molise, 2011
Pixel Pancho – Draw The Line 2011
Campobasso, Molise, 2011
Blu – Draw The Line 2011

2012

Edizione totalmente autofinanziata che ha visto la partecipazione di nomi del calibro di Pin, Robof, Reser, Mr. Thoms, Alice Pasquini, Dado, Zeus, Kunos, Korvo, Smake e Des.

Campobasso, Molise, 2012
Alice Pasquini – Draw The Line 2012

2015

Dopo una pausa durata due anni, Draw The Line torna e lo fa con un unico grande obiettivo: ricordare Sopa, suo pioniere e fondatore, prematuramente scomparso. Tra gli artisti partecipanti figurano anche Dado e Blu.

Campobasso, Molise, 2015
Dado – Draw The Line 2015
Blu Draw The Line Campobasso 2015
Blu – Draw The Line 2015

2016

Il progetto è una prosecuzione del lavoro iniziato con l’edizione precedente: si continua con la rivalutazione del quartiere popolare di San Giovanni, come già iniziato nel 2015. Prendono inoltre parte street artists e writers tra i più grandi della scena: Zed1, Dado e Peeta.

Campobasso, Molise, 2016
Peeta – Draw The Line 2016
Campobasso, Molise, 2016
Zed1 – Draw The Line 2016

La linea guida, la linea coerente, la strada: la linea è un percorso di riqualificazione del nostro territorio, delle strade che viviamo ogni giorno. Possiamo intraprenderlo, seguirlo e continuare a disegnarlo tramite l’arte, insieme. Draw The Line

Tags from the story
, ,
Written By
More from alessandro

Jean-Michel Basquiat – MUDEC di Milano

Dal 28 ottobre 2016 al 26 febbraio 2017, presso il MUDEC di Milano è...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.