Stewart Butterfield: Più Cado, Più Ho Successo

Stewart Butterfield

Lavorate spesso in team, sia in ufficio che come freelance? Se non lo avete già fatto, sappiate allora che dovete iniziare a utilizzare Slack: un’app che migliorerà la vostra vita professionale, rivoluzionando in meglio le dinamiche comunicative e i processi operativi.

Chi c’è dietro tutto questo? Stewart Butterfield, un canadese, oggi poco più che quarantenne.

Laureatosi in filosofia, inizia subito a sviluppare siti web. Possiede inoltre una grande passione: i videogiochi di tipo fantasy. Con degli amici ne crea uno, ma non decolla. Dal fallimento, tuttavia, Stewart scorge una possibilità di rinascita: usa parte del codice del videogioco, per creare una piattaforma on line di condivisione foto. Cosa? No, non Instagram, siamo solo nel 2002. Quella prima. Esatto, Flickr. Diviene un successo immediato, tanto da attirare le attenzioni di Yahoo! che, con 25 milioni di dollari, se la porta a casa.

Stewart Butterfield ci riprova e crea un altro gioco on line. Va male anche questo. Probabilmente avrà capito che la sua passione per i videogiochi proprio non è conciliabile con il suo spirito imprenditoriale. Ma Stewart ha saputo riemergere anche da questo secondo fallimento: nella realizzazione di questo gioco, infatti, lui e il suo team avevano creato un sistema per comunicare e scambiarsi file senza ricorrere alle email; quindi pensano che, se il sistema ha funzionato per loro stessi, può rappresentare un’ottima soluzione anche per gli altri milioni team di lavoro. Avevano ragione.

E’ così che nasce Slack, app di messaggistica per lavorare e comunicare a distanza, in modo istantaneo e fluido. Un esempio? Si possono creare gruppi di lavoro con dei comunissimi hashtag. Diviene subito un grande successo. Oggi è definita l’email killer.

Slack usata dal team Mars Curiosity Rover

La grande forza di Stewart Butterfield non è mai stata quella di saper creare un piano A. Piuttosto, il riuscire a cercare bene tra i ruderi del suo crollo, individuare un avveniristico elevatore, guidarlo senza fermarsi al classico piano B, e arrivare direttamente al superattico panoramico. E’ qui che si trova Slack, la migliore startup del 2015, con 1,7 milioni di utenti al mondo e utilizzata da grandi gruppi come Sony, eBay e Amazon.

Written By
More from alessandro

Web: Ottobre 2016 – Lo Smartphone Supera il Computer

Un dato simbolico, poiché il trend era ben chiaro da alcuni anni,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.